Come utilizzare il GPS durante un viaggio

I maggiori fruitori del GPS sono certamente le persone che viaggiano e infatti il GPS in viaggio offre enormi vantaggi. Quando si parla di viaggio si intende anche l’escursione di 2 ore di trekking sul monte vicino a casa ovviamente anche se i vantaggi si percepiscono maggiormente durante un viaggio lungo di più giorni. In particolar modo posso dare la mia testimonianza relativamente ai viaggi in bikepacking dove il GPS ha una importanza assoluta.

Cosa fare prima di iniziare un viaggio

Cerchiamo di fare una sorta di lista della spesa delle cose da fare relative al GPS prima di partire in viaggio:

  • controllare di avere la mappa della zona in cui viaggeremo
  • inserire la traccia GPS dell’itinerario
  • controllare di avere il GPS carico e di avere, nel caso ce ne fosse bisogno, delle batterie di scorta oppure il caricatore
  • avere il corretto supporto per applicare il GPS durante il viaggio (la staffetta per la bici o il moschettone per il trekking)
  • avere la traccia anche sul cellulare da utilizzare in caso di problemi con il GPS
  • aver segnato i “punti vita” lungo il percorso
  • aver segnato le “vie di fuga” lungo il percorso
  • aver studiato l’itinerario

Se avete altri punti da suggerire inseriteli pure nei commenti.

Vantaggi

I vantaggi di utilizzare il GPS in viaggio sono ENORMI. In tantissime situazioni sarebbe impensabile affrontare un viaggio da soli in determinati posti. Chi la saprebbe la strada? Vi affidereste alle cartine aggiornate l’ultima volta 20 anni fa? Come affrontereste un trekking in una zona che non conoscete? Insomma capite benissimo cosa vuol dire avere una guida digitale che vi indica le svolte, il chilometraggio e il dislivello.

Il vantaggio più importante di tutti nell’utilizzare il GPS in viaggio è la libertà. Chi sa utilizzare correttamente un GPS diventa indipendente e può permettersi il lusso di esplorare il mondo in totale sicurezza.

Criticità

Come vedete sono moltissime le cose da prendere in considerazione quando si usa il GPS in viaggio e ognuno dei punti sopra riportati può essere sviscerato e approfondito a sua volta (non a caso sono tutti temi trattati all’interno del corso di GPS per uso OUTDOOR). Ricordiamoci che più un viaggio è lungo e più dobbiamo stare attenti alle varie criticità che si hanno quando ci si affida ad un GPS in viaggio. Nella mia personale esperienza di viaggiatore (in particolar modo a pedali) potrei scrivere un libro sulle criticità che ho vissuto, come quella volta in mezzo al deserto in Islanda quando abbiamo trovato un “punto vita” chiuso ed è saltata la cena…
L’aspetto più importante di tutti per evitare le criticità è sicuramente avere la padronanza del GPS che abbiamo tra le mani.

Questo elemento è stato inserito in GUIDA e taggato .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *