Come utilizzare il GPS in montagna

Il GPS può essere utilizzato in moltissime occasioni ma forse la sua utilità più grande è quando siamo in montagna. In questo articolo vi spiego quindi come utilizzare il GPS in montagna.

Come preparare il GPS prima dell’escursione

Ogni escursione va preparata prima di avventurarsi nella natura. Così come viene fatto lo zaino e preparati i vertiti anche il GPS deve essere settato per renderlo pronto durante l’escursione.

Dovete essere sicuri che il vostro GPS abbia installato correttamente l’ultima versione della cartografia della zona in cui state per andare a fare l’escursione. In particolar modo quando si va in posti non ricorrenti è facile dimenticarsi di farlo. Ricordatevi anche di installare una cartografia in cui si vedano bene le curve di livello che in montagna sono utilissime.

Anche la traccia in formato .gpx dovrà essere caricata all’interno del vostro dispositivo. Attenzione al file caricato, assicuratevi che sia correttamente letto dal vostro dispositivo.

Utilizzare il GPS durante un’escursione

Arrivati finalmente all’inizio dell’escursione dovrete accendere il GPS e accertarvi che tutto stia funzionando al meglio. Solo a questo punto dovrete caricare la traccia .gpx.

Se avrete fatto tutto nella maniera corretta a questo punto potrete seguire l’itinerario. Magari sarà una traccia scaricata da internet o fornita da un amico oppure sarà un giro che voi stessi avete costruito.

Oltre alle potenzialità di sapere sempre la propria posizione e sapere dove andare, grazie al GPS saprete quanto manca all’arrivo e quanta strada avete fatto. Ma non solo, grazie alle potenzialità della cartografia potrete sapere cosa c’è vicino a voi e magari fare una deviazione dal tracciato originale per andare a scoprire un punto di interesse oppure una sorgente.

Al termine dell’escursione ricordatevi di salvare il registro traccia per non perdere tutte le informazioni registrate durante l’escursione.

Cosa fare dopo l’escursione

Una volta che siete rientrati a casa dall’escursione dovrete poi scaricare il registro traccia e salvarlo in una vostra libreria digitale. Questa prassi vi permetterà di avere tutte le statistiche dell’escursione appena fatte, di tenere nota di tutte le vostre attività outdoor ma soprattutto di avere sempre a disposizione le tracce GPS dei vostri giri per un utilizzo futuro vostro o di qualche vostro amico.

Se ancora non sei in grado di utilizzare al meglio il tuo GPS ti consiglio di dare un’occhiata al corso di GPS per uso OUTDOOR.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *