Garmin eTrex 30x – uno tra i migliori GPS per uso outdoor

Il Garmin eTrex 30x è sicuramente uno tra i migliori GPS per utilizzo outdoor. Lo so che è datato, lo so che si trova in fondo alla lista dei dispositivi nel sito della Garmin e lo so che non ha una geometria accattivante ma fidatevi di me che è uno tra i dispositivi più utilizzati (non a caso io utilizzo un eTrex 30x).

I punti di forza

Su corsodigps.com non parliamo a caso tanto per “venderti” un prodotto, non ci guadagniamo niente a promuovere un GPS rispetto ad un altro. Noi andiamo dritti al punto con fatti alla mano ed è proprio per questo che adesso analizzare quali sono i punti di forza di questo ricevitore satellitare.

Menu

Ha un menu di facile utilizzo e in particolar modo consente di gestire veramente bene le tracce con la funzione “mostra su mappa”.

Robustezza

Sia la robustezza del case che del vetro è indiscussa e resiste ottimamente agli urti.

Durata delle batterie

Al suo interno vanno due batterie di tipo AA. Sicuramente l’autonomia dipende dal tipo di batterie che utilizziamo ma questo è un GPS con un’autonomia fino a 26 ore.

Affidabilità

Forse questo è l’aspetto più importante che lo fa rientrare a pieno titolo tra i migliori GPS per utilizzo outdoor, la sua affidabilità. Non si inceppa mai e lavora al meglio sempre. Una vera macchina da guerra.

Prezzo

Visto l’andamento generale dei prezzi dei GPS non mi sembra cosa da poco. Lo si trova al costo di circa 200 Euro, un vero affare.

Punti di debolezza

Analizziamo adesso quali sono i suoi punti deboli che, ovviamente, anche questo dispositivo ha.

Monitor

Il monitor a colori è piccolino ed effettivamente se si hanno problemi alla vista potrebbe essere un problema seguire una traccia.

Processore

Bisogna dire che è un po’ lento e se si vanno a installare mappe particolarmente pesanti diventa molto lento quando si scorre la mappa.

Joystic

Quel pirulino in alto a destra è il Joystic. Ottima pensata per chi utilizza spesso i guanti oppure ha le mani sporche ma va detto che è poco pratico e bisogna prenderci la mano soprattutto quando lo si deve schiacciare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *